5 pezzi facili

Il laboratorio Raku Ceramiche artistiche di Cagliari mi ha chiesto
di fare qualche disegno a tema libero sui piatti che saranno messi
in vendita alla Festa della Ceramica 2015 (Giardini pubblici di Cagliari,
a ottobre; le date sono ancora da fissare).

Non avevo mai disegnato direttamente sulla ceramica ma Tore e Cristina
sono stati così gentili da spiegarmi con pazienza come si fa.

Ecco i cinque piatti che ho decorato (fotografati
da Mariantonietta Monne, mia nipote, sul selciato davanti all’ingresso
del laboratorio, prima della cottura; clicca per ingrandire):

I miei cinque piattini sono pezzi unici. I disegni sono stati
fatti a mano libera sulla ceramica prima dell’invetriatura
e non saranno prodotti in serie: se qualcuno ne vorrà di “uguali”
dovrò ridisegnarli daccapo.

I disegni non hanno un tema specifico e non vorrebbero
raccontare niente ma in qualche strano modo sembrano farlo,
mio malgrado.


(…continua ››) á (…continue reading ››)

Tre giorni di Com-me-dia., a Cagliari

La mia mostra Com-me-dia. (trecento bozzetti per la Commedia di Dante nell’edizione Zanichelli 2010)

sarà ospitata dalla settima edizione del Festival letterario Leggendo Metropolitano – Il vento che aspettiamo, con la collaborazione di I libri aiutano a leggere il mondo dell’Associazione Malik.

Allestita nella bellissima Sala della Scherma della Facoltà di Architettura (nel quartiere Castello), farà da scenario anche al laboratorio Scrivere un disegno, disegnare una scrittura, durante il quale proverò a coinvolgere alcune persone (massimo 15, età minima 16 anni) nella progettazione dell’apparato iconografico di un testo, prendendo a spunto il mio lavoro per la Commedia.

Con il solo ausilio di un pennello cinese da calligrafia, debitamente intinto nella china, vedremo come saper scrivere a mano (bene) significhi -letteralmente- saper disegnare (bene).

C’è ancora qualche posto disponibile. Le informazioni per iscriversi si trovano a questo indirizzo.

Stupore a Park Avenue

Mariano Tomatis, instancabile wonder injector, scrittore e rigoroso storico della magia, nonché preclaro mago del popolo in performances ad alto contenuto di intelligenza, mi ha commissionato un’illustrazione per il manifesto della conferenza che ha tenuto venerdì 13 marzo a New York.

Ma “conferenza” è termine riduttivo, se conoscete il suo lavoro.
Infatti Magic books. The secret art of book hacking, che introduceva anche l’omonima mostra e annunciava l’uscita del libro con lo stesso titolo, è ben più di una conferenza (è online anche una piccola ma densa webserie, per dire!).

La grafica vintage è di Mariano medesimo, che si è ispirato a questa pagina pubblicitaria dell’ottocento.
Sull’onda dell’entusiasmo, inizialmente, quando ancora avevo un’idea molto vaga della cosa (praticamente il giorno dopo aver letto la mail), gli avevo proposto un’altra illustrazione e un’altra grafica:
Ma di comune accordo abbiamo preferito rivedere tutto: nel frattempo Mariano aveva scritto gran parte dei testi della mostra e ci è sembrato che il concetto non fosse espresso al meglio.
La versione finale, quella andata in stampa, sarà anche la copertina del libro.

Arte al cubo!

Venerdì 20 marzo è cominciata l’edizione 2015 della rassegna Arte³ (arte al cubo), e anche quest’anno le magnifiche ragazze e i magnifici ragazzi della Consulta Giovani di Palmas Arborea

(che si smazzano una quantità di lavoro inumana per costruire ogni anno un evento di grande qualità) mi hanno voluto affidare la grafica:

All’evento parteciperò anche con una piccola installazione tratta da questa storia-mai-scritta:

Una salita

Ma il programma, come si vede, è ricchissimo: si mangia, si beve, si guarda, si ascolta e, soprattutto, si ragiona.

Com-me-dia. a Cagliari · Com-me-dia.

Fra il 2009 e il 2010 ho realizzato più di trecento illustrazioni per un’edizione della Commedia di Dante Alighieri edita da Zanichelli e curata da Riccardo Bruscagli e Gloria Giudizi.
Between 2009 and 2010 I’ve made more than 300 illustrations for an edition of the immortal Dante Alighieri’s Commedia, published by Zanichelli under the supervision of Riccardo Bruscagli and Gloria Giudizi.

Segni di un altro genere

Sabato 23 novembre a Bologna, nella Sala Ercole di Palazzo d’Accursio si inaugura la mostra Segni di un altro genere. Quando l’illustrazione parla di violenza sulle donne, organizzata e promossa dalla Casa delle donne di Bologna.
Questo è il mio contributo:
Saturday, November 23th, at Sala Ercole of Palazzo d’Accursio (Bologna) will be presented the exhibition “Segni di un altro genere. Quando l’illustrazione parla di violenza sulle donne”, promoted from the organization Casa delle donne of Bologna.
This is my take on it:

Segni di un altro genere. Quando l'illustrazione parla di violenza sulle donne